Interrogazione al Ministero della Giustizia. Non paga da 3 anni il Comune di Pescara

Pescara-Palazzo-di-citta

La legge n. 392 del 24 aprile 1941 dispone che ai Comuni sedi di Uffici giudiziari debba essere corrisposto dallo Stato un contributo annuo per tutte le spese necessarie per i locali ad uso degli Uffici giudiziari, nonché per le sedi distaccate di Pretura, comprese le spese per i registri e gli oggetti di cancelleria.

Come possiamo pretendere che la giustizia sia più celere ed efficiente se lo Stato non paga?

Il Ministero della Giustizia non ha corrisposto i rimborsi negli anni 2012 e 2013 (per un ammontare rispettivamente di 2.913.983,70 euro e 3.250.681,61 euro) e li ha corrisposti, solo parzialmente, nel 2011, con un ammanco di 1.759.276,55 euro.

Una domanda viene spontanea: perché il Comune di Pescara non ha avviato delle concrete azioni per ricevere tali pagamenti, considerato che Comune e Governo fanno parte dello stesso schieramento politico? Magari, con i pagamenti, avremmo impedito l’incredibile innalzamento delle tasse comunali operato dal Sindaco Alessandrini.

Qui trovate la mia interrogazione parlamentare al Ministro della Giustizia

D’Alfonso, una candidatura sempre più controversa

abruzzo_640

In base ad un codice etico per promuovere la cultura della legalità e della trasparenza negli enti locali, sottoscritto da Luciano D’Alfonso, questi dovrebbe dimettersi un istante dopo la sua, eventuale, elezione come presidente della Regione Abruzzo, dato che risulta ad oggi imputato per corruzione nel processo “Housework”. Come se ciò non bastasse emerge un’altra questione in grado di porre serie perplessità sulla candidatura di D’Alfonso. Continua a leggere

Processo sui concorsi truccati a Montesilvano: la prescrizione aiuta tutti, tranne la verità

montesilvano4

È passato quasi un anno da quando ho presentato una proposta di legge sull’istituto della prescrizione del reato (leggi il testo), ma il governo dell’inciucio è più interessato a promettere che a prendere provvedimenti. Si continua ad intervenire sugli effetti, ma non sulle cause della lentezza processuale. In questo modo non si risolve niente. Continua a leggere

Neurochirurgia-Pescara: troppe infezioni, pochi controlli

Neurochirurgia

Il reparto di neurochirurgia dell’Ospedale civile di Pescara dispone di un’unica sala operatoria.

Nel luglio del 2013, all’esito di un’ispezione effettuata dal Nucleo antisofisticazioni e sanità (NAS), il Coordinatore dei Presidi Ospedalieri della ASL di Pescara ha disposto la chiusura di tale sala operatoria in quanto non conforme alle norme vigenti in materia igienico-sanitaria. Continua a leggere